foto_chisiamo3Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna il bando per la “Diversificazione attività agricole con impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili” in cui  è prevista l’erogazione di contributi in conto capitale a sostegno degli imprenditori agricoli che realizzano impianti per la produzione, il trasporto e la vendita di elettricità e/o calore da fonti rinnovabili. A disposizione oltre 11 milioni di euro.

Il nuovo Bando, che rientra nel PSR 2014-2020 Misura 6 – tipo di operazione 6.4.02,  ha come destinatari gli imprenditori agricoli singoli o associati .

La misura prevede l’erogazione di un contributo pari al 50% della spesa ammissibile, per le seguenti tipologie di interventi:

  • centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets (potenza massima di 3 MWt);
  • impianti per la produzione di biogas (potenza massima di 3 MMt) dai quali ricavare energia termica e/o elettrica (compresa cogenerazione);
  • impianti per la produzione di energia eolica (potenza massima di 1 MWe);
  • impianti per la produzione di energia solare (potenza massima di 1 MWe o 3 MWt, sono esclusi gli impianti a terra);
  • impianti per la produzione di energia idrica (piccoli salti – potenza massima di 1 MWe);
  • impianti per la produzione di biometano (potenza massima di 3 MWt);
  • impianti combinati per la produzione di energia da fonti rinnovabili: in tali impianti la parte termica dovrà avere potenza massima di 3 MWt e la parte elettrica dovrà avere potenza massima di 1 MWe;
  • impianti per la produzione di pellets e oli combustibili da materiale vegetale;
  • piccole reti per la distribuzione dell’energia e/o impianti intelligenti per lo stoccaggio di energia a servizio delle centrali o degli impianti realizzati in attuazione del Bando.

Le domande vanno compilate online dal 29 agosto, con scadenza all’8 novembre 2016.

Il bando completo è pubblicato sul sito: http://bur.regione.emilia-romagna.it/dettaglio-bollettino?b=0c325f6fe3014eddbc0fce3de5b7a34a

Per maggiori informazioni sul bando e sui servizi IGW chiamaci.